Cerca
  • World.music_official

ALLA SCOPERTA DELLA BAND DEI TWANG E DEL LORO SINGOLO: “ATTACCO”.

Uscito da 3 settimane su tutte le piattaforme digitali, “Attacco” è il nuovo singolo, della band emergente dei Twang.




Caratterizzato da un sound energico e deciso, che trae le proprie origini dalla grande tradizione progressive-rock della musica Italiana, il brano racconta dei tragici avvenimenti accaduti all’interno di una generica coorte, di cui non viene specificato il nome, in cui un tal “signor comandante” è vittima di un colpo di stato, organizzato nei minimi dettagli niente meno che dal suo più fidato consigliere, il quale, vinto dalla bramosità di potere e sconfitte le proprie ansie ed insicurezze, va all’ATTACCO, deponendo ed umiliando il vecchio detentore del potere; i versi successivi del testo: “prego soltanto di avere ragione” ; “si ripercuote su di te”, anticipano all’ascoltatore come, con ogni probabilità e come anche la storia ci insegna, il vuoto di potere causato dal malvagio consigliere non farà altro che scatenare altro odio e malcontento che finirà per ripercuotersi persino su Egli stesso.



I Twang, come eroici cavalieri venuti d’altri tempi, riescono a tradurre in musica questi drammatici argomenti, utilizzando una chiave armonica leggera ed originale, e rappresentandoli, sotto forma di videoclip, con la suggestiva immagine della scacchiera, in cui i vari detentori del potere fanno le proprie mosse sul campo di battaglia, ignari (forse) della sofferenza che stanno causando alle proprie popolazioni.


Dal punto di vista prettamente musicale, la parola d’ordine del brano è “SPERIMENTARE”, I Twang riescono a fondere insieme diverse correnti artistiche, ottenendo un risultato unico ed incredibilmente gradevole all’ascoltatore: degna di nota è la scelta, nella parte strumentale finale, di combinare assieme due strumenti così diversi ed opposti tra di loro come sono la chitarra elettrica ed il flauto traverso, i quali armonicamente duettano sulle note del singolo, una scelta, questa, da interpretare come un piccolo omaggio al celeberrimo flautista-rocker Ian Anderson ed al suo storico e immortale complesso dei Jetro Tull.




Il nostro sito non può contare sul sostegno né di sponsor e né di pubblicità, CLICCA QUI per sostenere le nostre idee.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti