Cerca
  • World.music_official

CAPAREZZA: IL SECONDO SINGOLO DI EXUVIA È "LA SCELTA"

Aggiornato il: apr 21



Dopo l’uscita di “Exuvia”, titletrack del nuovo progetto di Caparezza, in programma per il prossimo 7 maggio 2021 e contenente 19 canzoni inedite del rapper pugliese, che raccontava la sua trasformazione, l’artista pugliese ha pubblicato il secondo brano estratto: “La scelta”. Una canzone che racconta la stasi di fronte a un bivio, vissuto da Caparezza e la consapevolezza della scelta come unica via di uscita.


Il brano, dal sound alquanto singolare, racconta il dualismo vissuto da Caparezza, tra l'acufene che gli stava impedendo di poter continuare a fare ciò che ama, al dubbio sull'abbandono della musica per una crescita familiare. Una vera e propria autobiografia, raccontata dall'artista tramite gli occhi di due personaggi: da una parte Ludwig van Beethoven e dall'altra parte Mark Hollis dei Talk Talk. Due strofe in cui Caparezza gioca e si mimetizza, prima nei panni del compositore tedesco, inserendo nella prima strofa e nel ritornello tutte le sue nove sinfonie, della sua forza nel continuare a suonare anche dopo esser diventato sordo a 30 anni, poi nei panni del frontman dei Talk Talk, che all'apice della sua carriera rinunciò a tutto, per dare priorità alla sua famiglia.

Il ritornello fotografa lo stimolo avuto dallo stesso artista pugliese nel procedere oltre le difficoltà, attraverso una presa di posizione, la scelta: "E sono contento della scelta che ho fatto, nemmeno un rimorso, nemmeno un rimpianto. Sì, sono contento, che bella scoperta, non serve nient’altro che fare una scelta".



Il videoclip realizzato da Fabrizio Conte rimarca sul parallelismo dei due personaggi citati e ha aumentato i dubbi sulla questione. Vediamo il rapper pugliese dirigersi verso il proprio concerto, camminare lungo una strada e passare davanti una serie di chioschi e personaggi che sembrano rappresentare piccoli frammenti della sua discografia (l’anziano con la camicia a fiori di Ti fa stare bene, lo smile di Fuori dal tunnel o i mappamondi piatti di La fine di Gaia), una sorta di best of in chiave figurativa. Nella seconda metà del video, però, Caparezza compie il percorso contrario e dalla sala concerti torna verso il pianoforte nel suo giardino, in una dimensione più intima.

Non sappiamo cosa ci voglia dire con esattezza, dovremo aspettare l’album per saperlo e l’attesa sta diventando estenuante per i fan. Una cosa è certa, raccontarsi non è facile per nessuno e farlo in momenti di difficoltà lo è ancora di più. Non sappiamo ancora se questo sarà un addio o un semplice cambio di rotta (considerando anche il forte e insolito impatto classico all'interno del singolo). Ma qualora questo dovesse essere l’ultima tappa del viaggio, ci saluteremo comunque con il sorriso e lo ringrazieremo per il bellissimo viaggio, tra "un ridere rauco e ricordi, tanti, e nemmeno un rimpianto" (il suonatore Jones - Fabrizio De André)


Il nostro sito non può contare sul sostegno né di sponsor e né di pubblicità, CLICCA QUI per sostenere le nostre idee



13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti