Cerca
  • World.music_official

EMERGENTI: IL PRODUCER LOIS LANCIA IL SUO PRIMO EP. - PREACH

Aggiornato il: mag 13


Varianti stilistiche, sperimentazione e tanto talento. È disponibile dallo scorso 7 maggio su tutte le piattaforme digitali l'EP d'esordio del producer emergente italo-albanese Lois: Preach (predicare), si tratta di un progetto composto da sei tracce inedite, quasi totalmente in inglese fatta eccezione per "crooked suites", in cui l'artista spazia attraverso diversi generi e correnti musicali, andando a ripercorrere alcune delle tappe fondamentali della musica contemporanea: a partire dall'hip-hop old School d'inizio anni 2000 sino ai suoni sperimentali del progressive e della tecno-house.




La canzone che funge da portale tra la nostra dimensione e quella di Lois è proprio la title track, un brano aggressivo, in cui le assonanze rap statunitensi sono assemblate in un corpo armonico tipico del panorama artistico italiano. La partenza sprint iniziale viene subito in qualche modo frenata dalla successiva: Bloody Murder (sanguinoso omicidio), ambiguo e drammatico, raccapricciante, ma veritiero. Una bomba di malinconia dal testo crudo a discapito del temibile "politically correct".

Procediamo senza sosta e giungiamo a Crooked Suites (testimoni sbilenchi), in assoluto il brano più sorprendente dell'intero EP. merito soprattutto la grande padronanza di tecnica propria del collega Zed Gordon, il quale contribuisce al progetto realizzando in italiano un extrabeat tanto significativo quanto gradevole all'ascolto.



Giunti a questo punto le vie artistiche di "Preach" si diramano ulteriormente, dall'aggressività iniziale, si giunge ora a "Big box Benz" feat. Leggendary, brano dalle sonorità chill, l'arcobaleno alla fine della tempesta, il quale spiana la strada alle ultime due tracce: "different vibes" e "Outro" in cui il concept iniziale sostanzialmente rap dell'Ep. scompare definitivamente, lasciando spazio alla musica House, un diastratismo stilistico di certo notevole, alternativo, del tutto inaspettato e coinvolgente; perde ogni tipo di riferimento con la realtà, arrivando a toccare un universo parallelo, oscuro e misterioso, pronto per essere esplorato... esattamente come Lois.

Si conclude così il viaggio all'interno lo stravagante e mistico mondo di Lois, caratterizzato da un paesaggio vario e alternativo, per nulla banale in cui l'artista osa e sperimenta senza tuttavia distaccarsi dalla tradizione, creando ottimi punti di collegamento tra la vecchia scuola e le influenze odierne.


Il nostro sito non può contare sul sostegno né di sponsor e né di pubblicità, CLICCA QUI per sostenere le nostre idee



54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti