Cerca
  • World.music_official

I PIU' GRANDI ARTISTI "NERI" DELLA STORIA DELLA MUSICA


Il 25 maggio 2020 sarà una data impressa nella memoria di noi contemporanei e dei postumi. Credo che ormai tutti sappiano cosa sia successo quel giorno, ovvero l’assassinio di George Floyd. Ma qual è stato il suo crimine per il quale ha indotto il poliziotto a premere il ginocchio sul suo collo? Il motivo pare evidente: il colore della sua pelle. Episodi del genere erano già accaduti ma quest’ultimo ha dato il via a numerose proteste sia in America che nel resto del mondo. E allora, tutto questo preambolo cosa ha a che fare con mondo della musica? Beh, nel panorama musicale internazionale, ci sono molti cantanti, alcuni più famosi, altri che vivono ancora dietro l’ombra dei riflettori, ritenuti diversi solo dal colore della pelle.

Partiamo dal ricordare Ella Fitzgerald. È stata una grande artista americana, considerata la “madre del jazz”. Ha venduto un gran numero di copie ed ha persino vinto 14 Grammy. C’è un aneddoto che riguarda quest’artista e le discriminazioni razziali,che probabilmente non molti conoscono. Ci troviamo negli anni ‘50, a causa delle restrizioni razziali alla cantante non era permesso esibirsi in tutti i locali, e talvolta,la polizia faceva irruzione nei camerini. Ma l’elemento più importante della vicenda fu la figura di Marilyn Monroe; in quanto per permettere all’amica Ella di esibirsi in un prestigioso locale (il cui ingresso le era stato vietato), scese a patti con il proprietario di esso; infatti Marilyn Monroe per rispettare gli accordi sarebbe stata a sedere nella prima fila ogni sera, per una settimana. Citando Ella Fitzgerald non possiamo non menzionare Luis Armstrong. Anche egli era noto al mondo del jazz soprattuto come trombettista e in seguito per il suo inconfondibile timbro. E come non dimenticare Whitney Huston e Tina Turner con le loro “ I will always love you” e “The best”, canzoni tutt’oggi ascoltate e che quindi continuano ad avere successo. Poi ancora artisti come Prince, Bob Marley e Michael Jackson. Su quest’ultimo bisogna fare un appunto, il suo talento, le sue doti artistiche e vocali sono state così apprezzate che gli hanno fatto guadagnare l’appellativo di “Re del Pop”. Tutti questi artisti ne hanno fatta di strada e chissà quante volte sono stati giudicati e criticati solo per il colore della loro pelle, a causa di forti pregiudizi di carattere etnico radicati nella società.

Ed alla fine ciò che li ha resi famosi e in un certo senso, li ha diversificati non è stato il colore dello loro pelle, bensì la loro musica, capace di contrastare tutte queste divergenze.


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti