Cerca
  • World.music_official

KETA FEAT. SIMBA LA RUE: FUORI GLIDE, testo e significato


È finalmente disponibile su tutte le maggiori piattaforme il singolo dalle agressive sonorità Urban: GLIDE, detto della collaborazione tra i due rapper Keta e Simba la Rue, giovani rapper entrambi di orgini tunisine. I due hanno unito le forze in questa energica canzone in cui i suoni etnici arabeggianti si combinano assieme a quelli autoctoni italiani che sta divenendo virale.


Un testo potente, aggressivo, energico... Capace di contagiare chi lo ascolta con una carica di adrenalina e buon umore. Il brano non è altro che una sorta di autobiografia scritta a quattro mani da entrambi gli artisti, i quali si mettono a nudo e raccontano il loro difficile percorso, dai desolati e malfamati porticati milanesi, fino al grande palcoscenico.

Una botta di vita essenziale per quest'estate che lascerà soddisfatti tutti i ragazzacci di quartiere stanchi di ballare a ritmo del solito reggaeton, decisi piuttosto ad affrontare il caldo torrido che si avvicina in compagnia di "GLIDE".



Il nostro sito non può contare sul sostegno né di sponsor e né di pubblicità, CLICCA QUI per sostenere le nostre idee






TESTO


[Intro]

Sono sbarcato a Milano e manco sapevo parlare italiano

Ora rappo in italiano, tunisino dentro al rap italiano


Due boys nel hood, glide mi scivola addosso

Mi-mi-mi rovini il mood, glide se passi nel blocco (Brrrah pow pow pow pow)

Occhio al malocchio, so che non mi vedrai

Ti marchio, no torchio, dopo scivoli, glide (glide)


Sono tutte pu**ane, odiano i fra’, poi ci fanno le storie (glide)

Vali meno di un grammo, no, non permetterti di farmi le storie

Sono ancora in quartiere, non sanno dove ma cercano il nome (Brrrah)

Voglion sapere come ho fatto le cose, non sapranno come (Brrrah)



Sono sbarcato a Milano e manco sapevo parlare italiano

Ora rappo in italiano, tunisino dentro al rap italiano

Prima mi odiavi, è chiaro, adesso mi chiami: come la mettiamo?

Capo, si, capo leader, perché so come si comanda il branco

Nove colpi come ti cambiano in fretta

Scema, sveglia, fai bene la tua scelta

E quindi, muovilo (muovilo)

Shake up su di me, scuotilo (scuotilo)

Non fare tardi, muovili, ho affari grossi, scortami (Pow pow pow, play, play)

Muovi il kilo, muovi il kilo, sto testando armi come un talebano

Muovi il cu*o, muovi il c*lo, butta la merce che qua ci fanno

Crimi, crimi, crimi frate, ero crimi

Facevo inciuci con i miei amici, tornavo a casa con cicatrici

Eh tu! K-kili kili, parli di kili, ma tu i kili non li hai mai visti

Vroom vroom su un’Audi RS6, Lecco-San Siro, senza permis

Eeh, vas-y, ho il volto coperto, no parla tanto vieni scoperto

Fais belek al tuo cu*o, non ti vedo bene al fresco


Sono sbarcato a Milano e manco sapevo parlare italiano

Ora rappo in italiano, tunisino dentro al rap italiano


Sono sbarcato a Milano e manco sapevo parlare italiano

Ora rappo in italiano, tunisino dentro al rap italiano

Prima mi odiavi, è chiaro, adesso mi chiami: come la mettiamo?

Capo, si, capo leader, perché so come si comanda il branco

Nove colpi come ti cambiano in fretta

Scema, sveglia, fai bene la tua scelta

E quindi, muovilo (muovilo)

Shake up su di me, scuotilo (scuotilo)

Non fare tardi, muovili, ho affari grossi, scortami (Glide, glide)

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti