Cerca
  • World.music_official

"MAKUMBA" IL NUOVO SINGOLO DI NOEMI E CARL BRAVE

Aggiornamento: ago 2



Una coppia inedita ed inaspettata, pronta a farci ballare per tutta l’estate: parliamo ovviamente di Noemi e Carl Brave!

I due artisti hanno deciso di deliziarci con “Makumba”, un brano fresco, estivo ma non banale (che non è roba da poco al giorno d’oggi).


La “Macumba” ha il significato di un rito propiziatorio, in cui si fondono elementi pagani di origine africana e influssi di cristianesimo popolare, accompagnato da musica e danze, che ha varie funzioni, come quella di far separare due persone, ma anche di riavvicinare una persona di cui si è innamorati. L’essere umano spesso si avvale di rituali per contenere l’angoscia. Tanto più è pervasiva l’angoscia, quanto più il rito dà una parvenza di poterla tenere sotto controllo.

Nel caso del brano l’angoscia che emerge sembra quella di una dolorosa separazione, laddove la persona amata non rappresenta solo un compagno di viaggio, ma anche il completamento di un vuoto.






Di seguito, trovate il testo del brano!


E mentre il sole sale sale sale sale su

E a chi ci vuole male male male una macumba

Che mi frega a me, mi basta che rimani tu

Uh uh,

Se avessi come a casa mia

Adesso che non ci sei più

Vorrei quasi buttarmi via

Tu porti il tuo cane giù

Vai sempre a Santa Maria

La piazza che ci dice addio

Un russo canta o’ sole mio

Tu non sei più il sole mio

Il solito menu

Che ci hanno fatto i filtri su

Come facevi tu

Magari è solo un déjà vu

Di un déjà vu di un déjà vu che ho avuto quella sera

E mentre il sole sale, sale, salе, sale su

E a chi ci vuole male, malе, male una macumba

Che mi frega a me, mi basta che rimani tu (Che rimani tu)

Uh uh, uh uh

E andavi fuori di testa

Quella mezza tresca

È tutto ciò che ci resta

E andavo fuori di testa

Il tuo numero in tasca

è tutto ciò che mi resta, mi resta di te

Le sagome delle montagne si abbracciano in cielo

Troppo falso

Pensavo di volare, ma un attimo e cadevo giù, uh

Oggi il sole scioglie le suole di queste Etro

Mi hai lasciato appeso ad un discorso in sospeso

Non ti vedo da quel giorno in quel fast food a Orvieto

E mentre il sole sale, sale, sale, sale su

E a chi ci vuole male, male, male una macumba

Che mi frega a me, mi basta che rimani tu

Uh uh, uh uh

E mentre il sole sale, sale, sale, sale su

E a chi ci vuole male, male, male una macumba

Che mi frega a me, mi basta che rimani tu (Che rimani tu)

Uh uh, uh uh

E andavi fuori di testa

Quella mezza tresca

È tutto ciò che ci resta

E andavo fuori di testa

Il tuo numero in tasca

È tutto ciò che mi resta, mi resta

E mentre il sole sale, sale, sale, sale su

E a chi ci vuole male, male, male una macumba

Che mi frega a me, mi basta che rimani tu (Che rimani tu)

Uh uh,

E andavi fuori di testa

Quella mezza tresca

È tutto ciò che ci resta

E andavo fuori di testa

Il tuo numero in tasca

È tutto ciò che mi resta, mi resta di te





Il nostro sito non può contare sul sostegno né di sponsor e né di pubblicità, CLICCA QUI per sostenere le nostre idee

175 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti