Cerca
  • World.music_official

TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONI, ALLA SCOPERTA DEL MAESTRO ALFONSO RUSSO.



L’artista che vi andiamo a presentare quest’oggi è tra i più variegati in assoluto, con un repertorio strumentale che va dalla musica house anni novanta, fino a toccare le sonorità più moderne dei nostri giorni, andando a trattare generi e sounds di culture molto spesso anche profondamente diverse dalla nostra; il suo nome è, come scritto nel titolo, Alfonso Russo, il quale si è gentilmente prestato per rispondere ad alcune delle nostre curiosità inerenti al suo modo di intendere la musica.


- inizio chiedendo di presentarti, chi è e di cosa si occupa Alfonso Russo?


“Salve a tutti, mi chiamo Alfonso Russo e sono pianista da 25 anni, nel corso di tutto questo tempo ho avuto la possibilità di confrontarmi con vari generi musicali, in formazioni che spaziavano dalla musica classica al progressive metal passando per il pop, il rock, il jazz ed il blues e il latin rock. Tutte queste esperienze sono ora al servizio della composizione ed il mio repertorio rispecchia la varietà di generi che ho avuto modo di suonare nel corso della mia carriera.”


- nonostante tu abbia composto diverse opere al piano, la tua specialità sembrerebbero essere le colonne sonore e strumentali, ti definiresti più un producer oppure un classico compositore?


“Comporre per pianoforte mi risulta naturale essendo questo il mio strumento. Tuttavia le esperienze di questi anni mi hanno fatto capire come “funzionano” tutti gli altri strumenti e come trarre da loro il meglio sia a livello sonoro che espressivo. Compongo colonne sonore che possono adattarsi a qualunque situazione.”


- prendendo in considerazione il tuo repertorio, nello specifico, tra le tue ultime creazioni troviamo "Arabian Salsa", in cui compi un vero e prorio Mash-app tra la musica latina e quella araba; quanto ha influito la voglia di sperimentare, in questo, come in altri tuoi lavori?


“Mi piace molto sperimentare ed Arabian Salsa è stato il mio primo lavoro in questo senso. Anche il prossimo singolo in uscita a dicembre è frutto di una sperimentazione. Per me sperimentare significa osare. Ed osare significa anche far capire che la musica è un linguaggio universale per cui generi diversi e apparentemente incompatibili, possono coesistere fondendosi dando vita a qualcosa di magico.”



- oltre al piano suoni altri strumenti?


“Il mio strumento principale è il pianoforte. Ovviamente suono anche le tastiere e l’hammond. Ritengo che il pianoforte sia lo strumento più completo di tutti ed in grado di farti capire anche gli altri strumenti: ti dà una visione completa e d’insieme. Se non avessi suonato il pianoforte, senza dubbio avrei suonato il basso.”



- qual è tra tutte le tue creazioni quella che più ti piace e ti rappresenta?


“tutti i brani che scrivo mi rappresentano. Nello specifico la capacità di comporre brani in generi musicali diversi rispecchia le esperienze fatte dal vivo”


- in futuro ci saranno mai progetti che includano la stesura di un testo?


"Sto lavorando, con chi canterà, ad un brano che prevede anche un testo. Non ho preclusioni quando si tratta di composizione, perché un buon compositore NON deve averne. Mi adatto a qualsiasi esigenza compositiva, così come ho sempre fatto adattandomi alle esigenze e ai generi proposti dei vari gruppi che avevano necessità di un pianista o tastierista per il loro progetto musicale in cui venivo coinvolto"


Insomma, nel complesso, Alfonso Russo è quello che al giorno d’oggi definiremo come un musicista poliedrico, capace di fare tesoro di qualsiasi esperienza musicale che lo abbia riguardato, rimanendo costantemente al passo con i tempi, seppur senza dimenticare mai le proprie origini strumentali.



CLICCA QUI PER ACCEDERE AL CANALE YOUTUBE DI ALFONSO RUSSO






IL NOSTRO SITO NON SI REGGE GRAZIE A SPONSOR O PUBBLICITA', MA UNICAMENTE GRAZIE AI NOSTRI LETTORI, CLICCA QUI PER SOSTENERCI.

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti