Cerca
  • World.music_official

TUTTO IL 2020 IN 365 PAROLE




Ansie sociali e preoccupazioni triplicate, il mondo sfiora un terzo conflitto universale, ma in Italia siamo impegnati a capire dove cazzo sia finito Bugo.

Diodato, che un mese prima non conosceva nemmeno sua madre, vince Sanremo e diventa virale, ma mai come Achille Lauro che, così de botto senza senso, sale sul palco dell'Ariston vestito da San Francesco.

Durante il lockdown molta gente perde il lavoro ed impazzisce; allo stesso tempo aumenta drasticamente la mole di artisti emergenti che fanno pezzi dicendo di essere stati ispirati dalla quarantena, 3/4 di loro si spammano ovunque, ma fanno più schifo degli assoli di chitarra di Domenico Bini.


Escono nel mondo album incredibili, assistiamo a ritorni incredibili di band iconiche come : i Rolling Stones, I System of a Down e gli AC/DC, ma in Italia tutti sono convinti che BV3 sia il disco dell'anno.

Nel frattempo continuano a succedere cose oscene nel mondo, ma tanto a noi Italiani non frega un cazzo di niente, tanto "NON CE N'È COVIDDI"; nel frattempo Chiara Chiara Ferragni decide di incidere il pezzo dell'estate assieme a Baby K , "non mi basta più", e riesce nell'impresa impossibile di creare un qualcosa che faccia più schifo della discografia degli ultimi 5 anni del marito.


Kayne West decide di candidarsi come presidente degli Stati Uniti, ma non lo vota nemmeno sua moglie, Harry Styles diventa tra gli artisti più ascoltati al mondo, Billie Eilish cambia millemila sounds ma nonostante ciò continua a non sbagliare una, Justin Bieber cade in depressione perché troppo famoso e si asciuga le lacrime con le banconote da 50€. In America le voci femminili si riconfermano le migliori (Dua Lipa, Ariana Grande, Lady Gaga...); nel frattempo però il reggaeton ed il kpop dilagano ovunque e con numeri da record.

Crolla il mercato dei concerti, degli eventi, tante band rimangono fottute e l'underground sta lentamente morendo; però intanto in Italia tutti sono entusiasti del nuovo album di Sfera, che a mio parere riuscirebbe a rendere meno vomitevole persino la discografia di Ilyas Maluma.

E adesso chiuderò l'articolo come farebbe una di quelle pagine trash motivazionali che vanno tanto di moda: "non importa se il mondo si stia lentamente sgretolando su se stesso, ricorda che il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni".


~@vincivirgilio


Il nostro sito non può contare sul sostegno né di sponsor e né di pubblicità, CLICCA QUI per sostenere le nostre idee.

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti